Categorie
Autori

Freyrie Enrico

È nato ad Eupilio nel 1923. Dopo la laurea in Architettura a Firenze con Giovanni Michelucci, torna a Milano. Appena laureato scrive, in collaborazione con Piero Bargellini, “Nascita e vita dell’architettura moderna” e nel 1950 diventa titolare della rubrica di architettura sul quotidiano “Il Tempo”. Vincitore, nel 1949 del primo premio al Concorso Nazionale per la Ricostruzione delle Scuole in Italia, è professore di Composizione Architettonica e Tecnica Urbanistica presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Cagliari ed anche membro dell’ADI. Fa parte, dal 1955 al 1958, dell’MSA, il Movimento Studi per l’Architettura, che, nato a Milano nel 1945, si prefiggeva di mettere in contatto gli architetti milanesi per confrontarsi sui progetti per la ricostruzione della città, in modo anche da indirizzare la ricostruzione architettonica nel senso di maggiore utilità per la collettività. Parallelamente all’attività di architetto, Enrico Freyrie si dedica con altrettante passione alla ditta di sci di famiglia con cui disegna e produce sci da neve e d’acqua, tanto che nel 1955 vince il premio Compasso d’Oro per gli “idrosci Universal”. Lo sport e il design per l’attività sportiva è uno degli ambiti di interesse produttivo, di ricerca e studio. Negli anni Cinquanta Freyrie progetta numerosi condomini a Milano. Particolarmente interessante risulta anche l’attività di urbanista. Muore a Milano nel 2016.